Ministero di Cappellania Internationale

Dallo Statuto

Dallo Statuto
Non lucrativa di utilità sociale ai sensi del D.Lgs. 4 dicembre

statuto
1997, n.460.La Organizzazione sume, ai sensi e per gli effetti dell’art. 10 e seguenti del D.Lgs. n.460/1997,
(Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale) nella denominazione e in
qualunque segno distintivo o comunicazione rivolta al pubblico
Oggetto e scopo
1. L’associazione non ha scopo di lucro e persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale, nel campo della promozione della cultura.
La sua attività principalmente consiste . art. 10
L’Associazione
Si è costituita l’Associazione Evangelica dal nome casa di preghiera , con sede in via benedetto marcello n°20 brescia L’Associazione, assume la forma di Associazione non riconosciuta ai fini del Codice Civile e quella di ente non commerciale ai fini fiscali. L’Associazione non persegue fini di lucro e non potrà comunque assumere l’esercizio di attività commerciale in via principale od esclusiva, ma solo eventualmente in via marginale e sussidiaria. Potrà svolgere in via accessoria e marginale attività commerciale per coprire per quanto possibile le spese necessarie al conseguimento degli scopi.
L’Associazione è apartitica e apolitica.
Scopo e Attività
Lo scopo dell’Associazione è di:
• promuovere la conoscenza della Bibbia nella società;
• favorire la catechesi biblica di bambini, adolescenti, giovani e adulti;
• aiutare le persone di qualsiasi età a vivere secondo i principi cristiani-evangelici in tutti gli aspetti della vita
• incoraggiare qualsiasi mezzo e metodo diversi per presentare il messaggio del Vangelo purché compatibili col messaggio del Vangelo stesso.
• attività di sostegno in campo sociale, secondo i valori cristiani essere di supporto, completo o parziale, a coloro che individualmente o come gruppo, pur non soci hanno progetti che condividono le finalità dell’Associazione. Supporto offerto dall’Associazione o accordato dietro loro richiesta
• diffondere la cultura musicale nel mondo giovanile e non;
• ampliare la conoscenza della cultura musicale, letteraria ed artistica in genere, attraverso contatti fra persone, enti ed associazioni;
• allargare gli orizzonti didattici di educatori, insegnanti ed operatori sociali, in campo musicale affinché sappiano trasmettere l’amore per la cultura musicale ed artistica come un bene per la persona ed un valore sociale;
• proporsi come luogo di incontro e di aggregazione nel nome di interessi culturali assolvendo alla funzione sociale di maturazione e crescita umana e civile, attraverso l’ideale dell’educazione permanente;
• porsi come punto di riferimento per quanti, svantaggiati o portatori di handicap, possano trovare, nelle varie sfaccettature ed espressioni della musicoterapia, un sollievo al proprio disagio.
• Per raggiungere tale scopo saranno promosse e realizzate diverse attività, e materiale divulgativo a carattere religioso, scientifico, ricreativo, sociale, umanitario, culturale e sportivo quali:
• produzione, pubblicazione e distribuzione di letteratura cristiana
• campeggi con tende o in luoghi e strutture autorizzati,
• ritiri spirituali,
• convegni,
• giornate di studio,
• mostre,
• incontri sportivi non professionali,
• concerti,
• rappresentazioni teatrali,
• corsi di catechesi biblica,
• laboratori artistici,
• stage musicali e non,
• produzione e distribuzione di cd musicali o con tematiche bibliche,
• altre forme di comunicazione collegate alle nuove tecnologie, quali internet ecc.
• collaborare con altre associazioni che hanno le medesime finalità
Patrimonio
Il patrimonio dell’Associazione è costituito da
• donazioni, offerte e contributi, lasciti testamentari, da parte di singoli privati, enti o istituzioni pubbliche o private o da comunità evangeliche
• attrezzature acquistate per conto dell’Associazione o donate all’Associazione
• entrate derivanti da attività commerciali e produttive marginali svolte dall’Associazione
• contributi alle spese da parte di coloro che usufruiscono delle diverse attività dell’Associazione
• attività promozionali
L’Associazione potrà rifiutare qualsiasi donazione che non ritenga opportuno accettare. Tale decisione verrà presa in sede di assemblea ordinaria con approvazione o rifiuto dell’80% dei soci.
Il patrimonio dell’Associazione, formato da beni mobili e immobili e le eccedenze di bilancio, non può in alcun modo essere reclamato dai soci e neppure dai loro eredi.
In caso di scioglimento il patrimonio dell’Associazione deve essere destinato unicamente ad altra Associazione Cristiana Evangelica con finalità analoghe o simili. Gli associati, né i loro eredi, potranno in alcun modo richiedere quanto hanno donato o le quote associative versate.
Non è obbligatorio per i soci mettere a disposizione dell’Associazione il proprio materiale o strumentazione personale. Quello che viene elencato nella lista del materiale condiviso, rimane di proprietà del proprietario, mentre tutto ciò che viene acquistato con il denaro dell’Associazione costituisce patrimonio dell’Associazione.
Le spese sostenute dagli associati per l’esercizio delle attività dell’Associazione verranno, se possibile, rimborsate. Per i rimborsi spese che non è possibile distinguere formalmente dalle spese personali (es. uso di strumenti personali, corrente elettrica della propria abitazione, ecc.) farà fede una dichiarazione firmata del richiedente il rimborso con la notifica della spesa fatta con tutte le specifiche utili alla chiara identificazione della spesa stessa.
Soci
I soci fondatori sono coloro che hanno fondato l’Associazione. Sono elencati nell’Atto Costitutivo. Hanno diritto di voto e sono eleggibili alle cariche sociali. Sono tenuti al pagamento annuale della quota di iscrizione, ma si sottintendono soci in modo perpetuo, a meno che non ricorra una delle condizioni segnate al punto “I soci cessano di appartenere all’Associazione….”
Le persone che desiderano la qualifica di socio ordinario, devono essere maggiorenni con una chiara matrice cristiana evangelica e possedere i seguenti requisiti
• godere diritti civili
• devono essere cittadini con residenza in Italia
• avere una buona condotta morale e civile, secondo i principi cristiani evangelici
• non avere interessi contrari allo scopo e alle attività dell’Associazione
• avere a cuore la divulgazione, la testimonianza, l’insegnamento della fede cristiana evangelica
• avere già collaborato attivamente a almeno uno dei Progetti programmati e realizzati dall’Associazione, o precedenti all’Associazione e inglobati nell’Associazione, ed essere ritenuto idoneo e “compatibile” con i fini dell’Associazione, dai responsabili del Progetto stesso.
• aver letto e approvato il presente Statuto, il Regolamento Interno, l’elenco dei Progetti in corso di attuazione
• attività culturali: convegni, conferenze
• attività di formazione: corsi di aggiornamento teorico/pratici per educatori, insegnanti, operatori sociali, corsi di perfezionamento in musicoterapia, istituzioni di gruppi di studio e di ricerca;
Tutti i soci, fondatori e ordinari, hanno diritto di voto e possono avere accesso alle cariche sociali.
La qualifica di socio ordinario si richiede per iscritto al Presidente dell’Associazione. Per essere accettato, oltre alle qualifiche esposte al punto 4.3, si richiede l’approvazione dell’80% dei soci già iscritti, con votazione in forma palese, durante la prima assemblea semestrale che segue la richiesta scritta e in assenza del richiedente. In caso di rifiuto, al richiedente, verranno specificate le motivazioni dal Presidente dell’Associazione. In caso di accettazione sarà tenuto al pagamento della quota sociale e potrà partecipare alle assemblee seguenti.
Se necessario, per discutere l’accettazione o meno del candidato, i soci possono proporre al Consiglio Direttivo una assemblea straordinaria.
In qualsiasi momento il socio può dare le dimissioni.
I soci cessano di appartenere all’Associazione nei seguenti casi:
• dimissioni
• morte
• malattia fisica o mentale invalidante atta a impedire di perseguire le finalità dell’Associazione
• commettere atti contro il codice penale
• commettere atti disonorevoli alla morale cristiana
• svolgere “attività” che contrastano gli scopi dell’Associazione.
Negli ultimi due casi, vi sarà un contraddittorio fra il socio in questione e tutti gli altri soci. La decisione di espulsione deve rappresentare l’80 dei soci. In questo caso, dopo il contraddittorio, la votazione potrà essere fatta in forma anonima.
Organi sociali
Sono organi sociali
• L’ Assemblea dei soci
• Il Consiglio Direttivo
• Il Presidente
L’Assemblea dei soci, formata dai soci fondatori e ordinari, sarà convocata in via straordinaria tutte le volte che la maggioranza dei soci lo riterrà necessario, facendone richiesta formale al Presidente, e in via ordinaria almeno due volte l’anno. Le assemblee saranno comunque valide qualunque sia il numero dei soci presenti. Le decisioni prese avranno valore normativo anche per i soci assenti. Il socio assente può delegare in forma scritta un altro socio, ma i soci presenti all’assemblea non possono dare il proprio voto per più di una delega.
I soci verranno avvisati dell’Assemblea dal Presidente tramite affissione nella sede, o a mezzo telefono, o via e-mail o lettera, almeno 20 giorni prima del giorno stabilito.
Il Consiglio Direttivo, è formato da un minimo di tre a un massimo di 5 soci. Del Consiglio Direttivo fa parte il Presidente, l’Amministratore, il Segretario. Nel Consiglio Direttivo, fino a che sia possibile, devono farne parte almeno due soci fondatori.
Il Presidente e il Consiglio Direttivo vengono eletti ogni 3 anni, dall’assemblea dei soci, a partire da 30 ottobre 2011. Per il primo mandato le diverse cariche e incarichi sono segnati nell’Atto Costitutivo.
Il Presidente ha la firma e rappresenta l’Associazione di fronte a terzi e in giudizio e può scegliere di essere rappresentato da altro socio, che faccia parte dei Soci fondatori o del Consiglio Direttivo. Oltre alle competenze elencate in altra parte dello Statuto ha l’obbligo di indire una Assemblea Straordinaria, qualora il numero dei Soci si riducesse a meno di tre, in modo di decidere se chiudere l’Associazione o trovare altre forme per “rinvigorire” l’Associazione stessa.
Il Responsabile Amministrativo avrà il compito di tesoriere, preparare i bilanci e consuntivi generali, aggiornare e tenere in buon ordine le scritture contabili, archiviare e tenere in buon ordine tutti i documenti dei diversi progetti e attività. Il Responsabile Amministrativo, qualora il Presidente ne fosse impossibilitato o assente rappresenta l’Associazione verso terzi ed ha la firma.
Il Segretario collabora con il Responsabile Amministrativo affinché ogni cosa sia fatta con ordine. Qualora il Presidente o il Responsabile Amministrativo ne fossero impediti rappresenterà l’Associazione sia di fronte a terzi che agli associati stessi. Avrà cura di redigere personalmente, o scegliendo fra i soci, i verbali delle diverse assemblee sia del Consiglio Direttivo, sia dell’assemblea dei Soci.
Tutte le cariche sociali hanno carattere di volontarietà e pertanto sono gratuite. Tuttavia potranno essere rimborsate tutte le spese avute per lo svolgimento delle proprie funzioni.
Assemblea Soci
Durante l’Assemblea ordinaria, i soci hanno il diritto di:
• proporre nuovi Progetti. Questi devono essere presentati in modo sufficientemente particolareggiato affinché si possa discutere, accettare o rifiutare come Associazione il Progetto. Gli atti della proposta e relative linee guida devono essere allegate in forma scritta agli atti dell’Associazione. Nella proposta dovrà essere elencato lo staff, interno o esterno all’Associazione, che porterà a compimento il Progetto. Eventuali cambiamenti sostanziali e di staff devono essere presentati nell’assemblea successiva, in modo che tutta l’Associazione possa esprimere il proprio assenso/dissenso.
• prendere visione dei libri contabili e in tal modo esercitare un controllo sull’uso del denaro dell’Associazione
• esprimere la propria opinione su tutte le singole attività (=Progetto) sostenute dall’Associazione, pur rispettando le decisione prese dal responsabile del Progetto.
• cambiare il regolamento interno
• approvare i bilanci consuntivo e preventivi
• fissare annualmente l’importo della quota sociale di adesione;
Durante l’Assemblea ordinaria il socio responsabile di un Progetto già accettato, presenterà a grandi linee il proprio resoconto finanziario e le valutazioni sull’andamento del Progetto. Renderà edotti gli altri soci sull’andamento del Progetto stesso.
Durante l’assemblea, ordinaria o straordinaria, il socio responsabile di un Progetto accettato potrà essere rimosso dall’incarico ricevuto unicamente nel caso che non segua le linee guida ricevute al momento del mandato e approvate dall’assemblea precedente. Questo rimozione deve avvenire secondo le modalità già citate (contraddittorio e votazione anonima)
Per l’accettazione dei nuovi Progetti e il cambiamento del Regolamento Interno, si richiede l’assenso palese dell’80% dei soci presenti
L’eventuale richiesta di votazione in forma anonima potrà essere approvata, durante l’assemblea stessa, se la maggioranza lo riterrà opportuno.
Finanze
L’esercizio finanziario inizia il 1° gennaio e termina il 1° dicembre, ad eccezione dell’anno in corso.
Durata Associazione
La durata dell’Associazione è illimitata, ma potrà essere sciolta con la decisione dell’80% soci, in Assemblea Straordinaria.
In caso di scioglimento della associazione le attività in corso (=Progetti) potranno continuare autonomamente ad essere svolte dalle persone dell’Associazione. Queste non devono necessariamente essere quelle che hanno portato avanti i Progetti. Non potranno disporre, in ogni caso, dei fondi dell’Associazione, i quali devono essere usati secondo il paragrafo:Patrimonio
Varie e eventuali
Il regolamento interno è scritto a parte e tutti i soci fondatori sono consenzienti. Il Regolamento Interno regola tutto quanto è utile per il buon andamento dell’Associazione e della collaborazione fra Soci e Progetti, ma queste regole non possono essere in contrasto con quanto espresso nello statuto.
Per tutto quanto non è scritto nel presente Statuto hanno valore le leggi dello Stato Italiano in materia di Associazionismo.
previsto dal presente Statuto REGISTRATO NELLE AGENZIA DELLE ENTRATE .
applicano le norme di diritto canonico e di legge in materia.

torna a MINISTERO DI CAPPELLANIA

Studente

social network

error: Content is protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi